Al Kinder Joy di Riccione exploit di Veronascherma

Un vero e proprio tour de force per gli atleti Veronascherma impegnati nel Gran Premio Giovanissimi “Renzo Nostini” – Trofeo Kinder Joy of Moving 2024, importante kermesse svoltasi a Riccione dall’1 all’8 maggio scorsi. Hanno partecipato ben ventisette atleti gialloblù, dai 10 ai 13 anni che, come da consuetudine, hanno messo in pedana impegno, determinazione, sudore e qualità, facendo registrare anche importanti risultati. Una rappresentativa davvero importante, per una singola società in questo campionato, Gran Premio Giovanissimi appunto.
Questi i piazzamenti ottenuti dai ragazzi e dalle ragazze scaligeri.

Nella categoria Bambine, che ha visto in pedana 168 spadiste, vittoria e titolo italiano per Giulia Corazza Rubini grazie al successo per 10-4 su Viola Martini del Circolo della Scherma Terni. Hanno completato il podio Alice Bafico del Chiavari Scherma e Abra Lopez del Cus Piemonte Orientale. Un percorso netto e per Giulia che sin dalle prime battute ha lasciato intendere che le possibilità di arrivare in fondo ci sarebbero state. E così è accaduto. A seguire 93° posto per Vittoria Tava e 115° per Livia Mantovani.

Nella categoria Maschietti (208 in pedana) ottimo 3° posto per Tommaso Valente alle spalle di Luigi Cardaci (Catania) e Leonardo Le Grand (Orvieto) rispettivamente primo e secondo classificati. A seguire 19° piazzamento per Sebastiano Brutti, 152° per Marco Brutto e 198° per Gadiel Gramegna.

Nella categoria Giovanissimi, che ha visto in pedana 218 atleti, 31° posto per Mattia Mezzari e 34° per Leonardo Spinaroli mentre nella categoria Giovanissime (176 in pedana) 12° posto per Anna Mollero e 110° per Federica Caserta.

Per quanto riguarda la categoria Ragazzi, con 247 atleti al via,  VeronaScherma piazza al 19° posto Chrystian Aleja Maggiolo, al 193° Zeno Saccani, 198° Zeno Venturini Costa e 244° Pietro Venturini Costa. Per le Ragazze (in pedana in 211) 81° posto per Arianna Botezatu.

Passando alla categoria Allievi (la più numerosa dell’intera manifestazione con 302 iscritti) Mattia Mollero ha fatto registrare un ottimo 5° posto mentre Riccardo Baù si è piazzato al 23° posto. Per Mattila soddisfazione sicuramente amplificata grazie alla vittoria, insieme a Giuseppe Iadaresta (Circolo della Scherma Anzio), del Grand Prix, ottenuta grazie al 3° posto alla prima gara nazionale di Ravenna e al 1° posto alla seconda a Vercelli. Un riconoscimento meritato per Mattia che porta a Verona un trofeo di grande prestigio.

Concludiamo con la categoria Allieve, con ben 192 spadiste al via, dove Alessandra Spiniella si piazza sul 2° gradino del podio, sconfitta in finale 12-15 da Clara De Donno della Virtus Scherma Salento. Terze classificate Benedetta Bianchi del Club Scherma Pisa Antonio Di Ciolo e Giada Facchini del Circolo Scherma Imola. Da segnalare anche l’ottimo 5° posto per Amelia Vicentini, davvero per un soffio giù dal podio.

Al termine della manifestazione, il Maestro Cristiano Magnani ha così commentato: “È stato davvero un bellissimo Campionato Italiano, un evento di grande qualità, dal quale abbiamo portato a casa ottime indicazioni e prestazioni, impreziosite da un primo, un secondo e un terzo posto. Come società stiamo crescendo molto e stiamo raccogliendo i risultati di tanto lavoro e di tanto impegno. Si è proprio formato un bel gruppouna bella squadra, non soltanto dal punto di vista dei ragazzi ma anche per quanto riguarda tutti i componenti che orbitano intorno alla nostra società, genitori compresi. Il progetto VeronaScherma si sta consolidando sempre di più e di questo non possiamo che essere orgogliosi. Abbiamo partecipato a questo Campionato Italiano con ben 27 atleti, un numero particolarmente alto per una singola società in questo campionato. Abbiamo vinto il medagliere nella disciplina della Spada e siamo terzi nel medagliere globale: portare Verona ai massimi livelli a questi Campionati Italiani GPG 2024 ci rende particolarmente orgogliosi e felici”.