Alpo Basket: quarta vittoria consecutiva, San Martino di Lupari ko

Quarta vittoria consecutiva per Drain by Ecodem Alpo che supera senza problemi il Fanola-Onetech San Martino di Lupari (72-55). La gara non è mai stata in discussione, l’Alpo Basket ha dominato al rimbalzo (43-30) in una serata caratterizzata dalle tante palle perse (23 per l’Alpo, 26 per San Martino). Prova finalmente convincente per Marina Dzinic, mvp della serata con 29 di valutazione e con tanto di doppia doppia (16 + 11).

Le biancoblù, prive di Reani e De Marchi, partono forte (7-1) con i canestri di Mosetti, Dell’Olio e Dzinic, il Fanola segna praticamente soltanto dalla lunetta e, appena oltrepassata la metà del primo quarto, è già vantaggio interno in doppia cifra (18-7). Le triple di Dell’Olio e Coser allargano il divario che al 9′ minuto dice +18 Alpo (29-11), Vespignani completa un’azione da tre punti e dall’altra parte Rosignoli mette 4 punti consecutivi per il 29-15 di fine tempo. Nel secondo periodo Drain by Ecodem si concede una pausa in attacco, mettendo a segno soltanto 5 punti nei primi 8 minuti: le ospiti rosicchiano qualcosa sino a portarsi sul -6 dopo la tripla di Rosignoli (34-28). Negli ultimi due minuti di questa frazione le veronesi si svegliano e infilano un break di 8-0 chiuso dal cesto di Conte con cui si va negli spogliatoi (42-28 all’intervallo lungo).

Il parziale interno prosegue nel terzo periodo, le Lupe non segnano più e le biancoblù lo allungano sino al 18-0 a cavallo del riposo (52-28). Il +24, massimo vantaggio della serata, viene ribadito dai panieri di Dzinic (54-30) e di Mosetti (58-34); Vespignani deve uscire per un colpo alla spalla (non rientrerà più) e i due coaches possono già dare spazio alle babies (Soave manda in campo la quindicenne Franco al 7′ minuto di questa frazione). Nel finale di tempo le giallonere recuperano qualcosa grazie anche al fallo antisportivo fischiato a Gualtieri (60-40 dopo i liberi di Fontana). Il quarto periodo inizia sul 60-43, il punteggio si abbassa notevolmente e dopo 4 minuti Coser esce per falli dopo aver commesso un fallo antisportivo: Guarise dalla lunetta dà il minimo svantaggio alle Lupe (62-49), Dzinic e Dell’Olio non ci stanno e firmano un 9-2 che riporta il “ventello” di vantaggio a loro favore (71-51). La gara non ha più nulla da dire e si trascina stancamente verso la sirena finale: le biancoblù possono così festeggiare a metacampo e pensare già al big-match di sabato prossimo a Vicenza.