Canestro sospeso, con Federico Buffa il bilancio di un anno

Da poco più di un anno è operativo il progetto “Canestro Sospeso” avviato dalla Buster Basket ADS con la collaborazione dei Servizi sociali del Comune di Verona e di alcune aziende che dall’inizio lo hanno sostenuto (AGSM Verona Spa, Fondazione Cattolica Assicurazioni, Melegatti 1984 e Eurotecnica) nonché di diversi privati.Come dice chiaramente il suo nome – che riprende l’antica tradizione partenopea del “caffè sospeso” – questo progetto vuole consentire a ragazzi in situazioni di disagio – per ragioni economiche o sociali – di poter accedere comunque alla pratica sportiva. I ragazzi vengono individuati grazie alle indicazioni dei Servizi Sociali e vengono inseriti nelle squadre giovanili dove svolgono la formazione in palestra e partecipano agli eventi agonistici potendo così trovare sul parquet l’occasione per giocare, crescere, confrontarsi con altri coetanei, trovare nella educazione sportiva e nel sano agonismo una nuova, vera, opportunità.In questo primo anno sono stati avviati alla pratica sportiva ben 32 ragazze e ragazzi veronesi.Il bilancio del primo anno di questo progetto – che assume una valenza ancora più strategica se guardiamo in prospettiva agli effetti che la pandemia sta avendo sulla crescita delle generazioni più giovani, la loro capacità di socializzare e il loro avvicinamento allo sport – sarà oggetto di “Move the Ball: azione e occasioni al tempo sospeso del Covid”, un incontro su piattaforma che si terrà martedì 22 novembre, dalle ore 12.00 alle ore 13.00.Dopo i saluti del Sindaco, Federico Sboarina, e l’introduzione dell’Assessore ai servizi sociali, Daniela Maellare, verranno presentati i risultati di un anno di lavoro e portate le testimonianze di alcune delle realtà che hanno creduto e sostenuto Canestro Sospeso. I lavori saranno coordinati da Maurizio Facincani, dell’Unità Operativa Complessa della ULSS9.Sarà poi il momento dell’ospite Federico Buffa, giornalista SKY ed uno dei più acclamati storyteller italiani, che ha accettato di essere ospite del webinar e con lui Claudio Arrigoni, giornalista della Gazzetta dello Sport che ha seguito numerose Paralimpiadi estive. Verrà presentata anche “Panca del Tempo” un nuovo progetto di educazione al volontariato giovanile attraverso il collegamento tra mondo sportivo e mondo associativo, alla quale seguirà il saluto di Pietro Girardi direttore Azienda Ulss9 Scaligera.Gli ospiti e gli invitati riceveranno il link per collegarsi alla piattaforma.