Coni Verona in festa al Legnago Sport Festival 2021

Domenica 12 settembre uno splendido sole di fine estate ha illuminato il Parco Comunale di Legnago e gli ospiti presenti in occasione di ‘Coni Verona in Festa – Una parata di stelle dello sport veronese’, manifestazione organizzata dal Coni Provinciale nella figura del Delegato Stefano Gnesato e dedicata ad atleti, dirigenti, tecnici e società sportive che si sono contraddistinti nella promozione dell’attività sportiva e sociale sul territorio scaligero.
L’evento, presentato dal direttore di SportdiPiù Magazine Alberto Cristani ha visto partecipare, oltre ai premiati, anche un buon numero di sportivi e di cittadini legnaghesi.

Hanno presenziato alle premiazioni la Vicepresidente della Regione Veneto Elisa De Berti, il Vicepresidente Regionale Coni Veneto Clara Campese e l’Assessore allo Sport di Legnago Luca Falamischia.

“È stata davvero una mattinata speciale” commenta Stefano Gnesato – “che ci ha permesso di ritrovarci nuovamente insieme per festeggiare lo sport veronese. MI ha fatto piacere vedere così tanta gente, segno che lo sport sta lentamente tornando a riappropriarsi degli spazi e dei luoghi delle nostre città. Ringrazio l’amministrazione comunale di Legnago per l’accoglienza e la disponibilità e mi congratulo per l’ottima riuscita del Legnago Sport Festival. Il Coni Verona è pronto ad affrontare l’autunno e l’inverno 2021 con grande entusiasmo, organizzando altri eventi che ci piacerà condividere, ancora, con chiunque vorrà promuovere e sostenere”.

Questo l’elenco dei premiati:
Roberto Danieli, fiduciario Coni nei quadrienni olimpici 2013-2019
Giovanni Battocchio, 20 anni Fiduciario Coni Verona
Guglielmo Todeschini, Una vita per lo sport
Olindo Filippi, premio per la Promozione Sportiva
Premio Coni Verona alla Società Sportive che hanno aderito ai progetti innovativi del Coni Nazionale riguardanti i centri Coni ed Educamp:
Aiki Team Isola Rizza (foto 5)
Asd Pindemonte Verona (foto 6)
Polisportiva Adige Buon Pastore San Giovanni Lupatoto
Polisportiva Gemina Zimella
Marcello Rigamonti, per l’attenzione alla crescita umana e sportiva degli atleti paralimpici
Stefano Burato, per l’attenzione alla crescita umana e sportiva degli atleti