Forza e carattere: la Scaligera Basket vince con Milano 93-80

La Tezenis Verona vince la seconda gara consecutiva confermando i progressi visti contro Orzinuovi. Nella 16^ giornata di campionato i gialloblù hanno battuto all’AGSM Forum l’Urania Milano con il punteggio di 93-80. I gialloblù hanno iniziato a prendere il largo nei minuti precedenti l’intervallo, chiudendo sul +5 al riposo lungo. Poi un crescendo costante che ha dato forza alla prestazione corale dei gialloblù fino al +13 finale.
La Tezenis vista contro Milano è condivisione, 24 assist di squadra, precisione, 53% da due punti e 43% da tre punti, e forza, 34 rimbalzi totali. 5 i giocatori in doppia cifra: 19 Severini, 18 Candussi, 17 Tomassini, 13 Greene e 11 Jones.
Un solo punto nei primi 60 secondi. È il libero di Bobby Jones nei primi secondi del match, poi bisogna aspettare per il tiro a cronometro fermo di Langstone che pareggia sull’1 a 1.
Greene è già gravato di due falli dopo due minuti e mezzo con Milano che si porta sul 3-6. Benevelli realizza due dei tre liberi e l’Urania allunga sul +5 (5-10). La Tezenis alza l’intensità difensiva e con Candussi prima e Jones da tre punti trova il pareggio (10-10). Pini mette 4 punti consecutivi e riporta avanti la Tezenis (18-16) con il primo quarto che si chiude in parità sul 20-20.

Il ritmo si alza già dai primi minuti del secondo quarto. L’Urania si prende un piccolo vantaggio, mette 3 punti di distacco (26-29) che aumentano dopo il canestro di Langston (26-31). Greene trova due soluzioni ravvicinate, intervallate dal canestro di Raspino (35-38) e dopo l’errore di Benevelli, Candussi mette i due punti che valgono il 37-38.
Due difese aggressive mettono in difficoltà l’Urania, Verona macina punti con Severini e Caroti mentre Raspino fa solo 1 su 3 dalla lunetta e i gialloblù rimangono avanti sul 42-39. All’ultimo secondo arriva il canestro di Candussi che imbeccato perfettamente da Caroti fissa il punteggio sul 44-39.

È un inizio di secondo tempo a tinte gialloblù. Candussi trova canestri a ripetizione, dopo quasi quattro minuti di gioco la Tezenis viaggia sul +9 (54-45). Severini porta i gialloblù sul +11 (56-45) trovando spazio in area e costringendo coach Villa al time out.

La Tezenis macina gioco di qualità e consistenza in entrambe le metà campo, confermando il vantaggio in doppia cifra anche nei minuti successivi. All’inizio dell’ultimo giro di lancette, Verona è avanti 68-55 dopo i due liberi di Severini mentre Milano produce punti solamente con i liberi di Piunti. Si chiude sul 70-61.
Grande agonismo in apertura di ultimo quarto. La gara si accende sempre più, Milano prova a riavvicinarsi (76-68) ma ci pensano Greene e Tomassini a ristabilire subito le distanze (81-78).

L’Urania spara le ultime cartucce, Verona trova canestri decisivi con Tomassini e Janelidze, entrambi da tre, che valgono l’88-76.
Sul fallo di Montano la mano di Greene firma i due liberi finali che fissano il punteggio 93-80. Ora testa a Febbraio, mese carico di incontri ravvicinati. A partire già da mercoledì, quando i gialloblù affronteranno fuori casa la Reale Mutua Torino per il recupero della tredicesima giornata. Palla a due fissato alle ore 19:00.

Tezenis Verona – Urania Milano 93-80 (20-20, 24-19, 26-22, 23-19)
Tezenis Verona: Giovanni Severini 19 (5/7, 2/5), Francesco Candussi 18 (6/12, 2/3), Giovanni Tomassini 17 (1/3, 4/4), Phil Greene iv 13 (2/4, 1/4), Bobby ray Jones 11 (1/2, 1/3), Giovanni Pini 7 (2/3, 1/1), Lorenzo Caroti 5 (0/0, 1/8), Giga Janelidze 3 (0/0, 1/1), Andrea Colussa 0 (0/1, 0/1), Davide Guglielmi 0 (0/0, 0/0), Giorgio Calvi 0 (0/0, 0/0), Leonardo Beghini 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 20 / 23 – Rimbalzi: 31 9 + 22 (Giovanni Severini 8) – Assist: 24 (Giovanni Tomassini 6)
Urania Milano: Nik Raivio 15 (5/7, 0/1), Wayne Langston 13 (5/11, 0/0), Stefano Bossi 13 (4/6, 1/3), Tommaso Raspino 12 (4/6, 1/3), Giorgio Piunti 10 (3/4, 0/0), Matteo Montano 9 (3/5, 0/0), Andrea Benevelli 6 (2/4, 0/3), Matteo Franco 2 (1/2, 0/0), Matteo Cavallero 0 (0/0, 0/0), Simone Valsecchi 0 (0/0, 0/0), Daniele Pesenato 0 (0/0, 0/0), Matteo Chiapparini 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 20 / 28 – Rimbalzi: 24 4 + 20 (Nik Raivio 10) – Assist: 11 (Stefano Bossi 3)