Hellas Verona testimonial della Carta Etica dello Sport Veneto

“La Carta Etica dello Sport Veneto, si disegna e si racconta attraverso i giovani nel 2024, anno in cui al Veneto è stato riconosciuto il titolo di Regione Europea dello Sport, verso Milano- Cortina 2026. E l’etica è stata un punto strategico nel dossier di candidatura, sul quale la Commissione di Aces Europa, nell’assegnazione del titolo, si è soffermata molto, nell’obiettivo di comprendere il modello veneto. Il rispetto degli altri, dello spirito di squadra e del senso di solidarietà, come il rifiuto di ogni forma di discriminazione, la lealtà e l’onestà, sono fondamentali per l’attività sportiva. È questo il primo insegnamento dello sport ed è ciò che desideriamo trasmettere alle nuove generazioni anche con questa sesta edizione del progetto Carta Etica dello sport veneto che vedrà come testimonial d’eccezione team di serie A Hellas Verona Football Club e Women Hellas Verona”.

Dallo stadio Bentegodi di Verona, l’assessore regionale allo Sport, Cristiano Corazzari, presenta la sesta edizione del progetto “Carta Etica dello Sport Veneto”,  organizzato dalla Regione del Veneto in collaborazione con il Comitato Regionale Veneto dell’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia (UNPLI), l’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, il Comitato regionale Veneto del Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) e il Comitato regionale Veneto del Comitato Italiano Paralimpico (CIP).

All’incontro hanno preso la parola, oltre all’assessore Corazzari, Elisa La Paglia assessore del Comune di Verona, Simona Gioè direttore generale Hellas Verona F.C., Dino Ponchio presidente CONI Veneto, Ruggero Vilnai presidente CIP Veneto, Giuseppe Pengo di Unpli Padova – referente progetto Carta Etica e Sebastian Amelio per il MIM – USR Veneto.

La Carta Etica dello Sport Veneto è un documento approvato dal Consiglio Regionale, e attraverso i 14 articoli di cui è composta definisce i principi cui si ispira l’attività motoria e sportiva nel Veneto. Per incentivare l’adesione ogni anno viene promosso un concorso dedicato alle scuole secondarie di primo e secondo grado e gli atleti tesserati di Associazioni Sportive venete in due diversi ambiti, ambiti “Disegna a fumetti la Carta Etica” e “Realizza il video della Carta Etica”, cui si aggiunge il Premio “Fair Play”, su segnalazione di Coni, Cip e Usvr regionali. A premiare i vincitori, durante la cerimonia finale, saranno i giocatori di Hellas Verona.

“E’ un progetto che si è arricchito di anno in anno grazie alla grande partecipazione dei giovani veneti e al coinvolgimento di testimonial d’eccezione- ricorda Corazzari-. Tanti sono i nomi noti che in queste sei edizioni si sono fatti interpreti dei valori della Carta Etica non solo nelle loro discipline agonistiche ma, soprattutto, nei fumetti e video realizzati dai ragazzi partecipanti al concorso: Federica Pellegrini, l’Imoco Volley, il Rugby Rovigo, il Venezia Calcio F.C., i nuotatori olimpionici Thomas Ceccon e Manuel Frigo. Per il 2024 viviamo questa emozionante avventura insieme al team Hellas Verona F.C. (team di serie A) e Women Hellas Verona. Ringrazio questa società per aver accettato di essere i nuovi testimonial.  Rinnovo l’invito ad aderire alla Carta Etica dello Sport Veneto”.