Kilde fa doppietta in Val Gardena vincendo anche la discesa

Aleksander Aamodt Kilde è lo straordinario protagonista della 53esima Saslong Classic. Il giorno dopo il suo trionfo in Super-G, il norvegese replica nella discesa libera ottenendo così la sua terza vittoria in totale ai piedi del Sassolungo.

In una giornata di sole splendente, Kilde ha lasciato tutti gli avversari dietro di sé e ha conquistato il primo posto con il tempo di 2:01.45. Con questa seconda vittoria in discesa libera in Val Gardena, che segue quella del 2018, il vincitore della Coppa del Mondo 2019/20 segue le orme del suo connazionale Aksel Lund Svindal: il detentore del record della Saslong aveva infatti trionfato in entrambe le gare di velocità sulla Saslong nel 2015 e fino ad oggi era stato l’unico a realizzare l’impresa della doppia vittoria nello stesso anno.

Dietro Kilde, ad arrivare secondo è stato sorprendentemente Ryan Cochran-Siegle. Il ventottenne statunitense ha perso solo 22 centesimi contro il norvegese, salendo così sul podio della Coppa del Mondo per la prima volta nella sua carriera. In precedenza, il miglior risultato di Cochran-Siegle in Coppa del Mondo era stato il quinto posto nella combinata alpina di Bormio nel 2019. Il primo podio dell’americano è arrivato 50 anni dopo che la madre, la campionessa olimpica di slalom del 1972 Barbara Cochran, vinse la medaglia d’argento ai campionati mondiali di sci alpino del 1970 nella stessa località del nord Italia. Il podio è stato completato dallo svizzero Beat Feuz. Per il vincitore del globo di cristallo in discesa libera dello scorso anno si tratta del terzo podio in carriera in Val Gardena.

Al quarto posto si sono classificati il norvegese Kjetil Jansrud e lo statunitense Bryce Bennett, che hanno concluso ex aequo con un distacco da Kilde di 62 centesimi. Lo specialista della Saslong Jansrud, che era dato tra i favoriti, ha così mancato di poco il suo undicesimo podio sulla Saslong. Dietro al duo, il vincitore della prima prova di discesa libera, lo statunitense Jared Goldberg, ha concluso al sesto posto.

Gli italiani hanno invece dovuto accontentarsi del ruolo di comparse nella gara in casa. Dominik Paris della Val d’Ultimo è stato il miglior atleta locale e ha concluso al 15° posto. Oltre a Paris, solo un altro italiano, Christof Innerhofer di Gais, ha ottenuto punti per la Coppa del Mondo piazzandosi al 28° posto. Il terzo altoatesino del gruppo, Florian Schieder di Castelrotto, è arrivato 48esimo.