La Scaligera Basket aderisce al Progetto Turismo Sociale ULSS 9

La Scaligera Basket Verona aderisce al progetto di Turismo Sociale ed Inclusivo promosso dall’Azienda ULSS 9 Scaligera. Nel corso della conferenza stampa odierna, tenutasi al Pala AGSM AIM di Verona, è stata presentata la prima di una serie di iniziative e agevolazioni rivolte alle persone con disabilità e alle loro famiglie. Sono intervenuti Pietro Girardi, Direttore Generale di ULSS 9, Alessandro Frosini, General Manager di Scaligera Basket, Alessandro Ramagli, capo allenatore di Scaligera Basket, e Lorenzo Penna, capitano della prima squadra.

La società ha deciso di offrire a tutte le persone assistite dalle associazioni del territorio e ai loro animatori ed educatori la possibilità di assistere gratuitamente alla partita Tezenis Verona – UEB Cividale, in programma venerdì 1 dicembre 2023 alle ore 20:45. Inoltre, sono previsti speciali sconti anche per parenti, amici e sostenitori delle associazioni.

«Siamo felici che con questa iniziativa anche il basket veronese entri ufficialmente nella rete dei partner dell’Inclusione Sociale – commenta il Dott. Pietro Girardi, Direttore Generale dell’ULSS 9 Scaligera –, progetto che abbiamo presentato alla stampa a inizio mese in occasione della nostra Conferenza dei Servizi annuale. Lo sport è un tassello fondamentale per una società inclusiva e il basket a Verona è da sempre una delle discipline più seguite e rinomate. Sono certo che le ragazze e i ragazzi seguiti dalle associazioni del territorio – che saluto e ringrazio – saranno entusiasti di potersi godere dal vivo un match, che di sicuro non mancherà di regalare emozioni».

Alessandro Frosini, General Manager di Scaligera Basket Verona, ha ringraziato il Dott. Girardi a nome della società. «La Scaligera tiene particolarmente a questo bellissimo progetto al quale siamo molto felici di partecipare. Abbiamo invitato le associazioni che si occupano di disabilità della nostra provincia ad assistere alla partita di venerdì contro Cividale e abbiamo già ricevuto numerose conferme. I nostri giocatori scenderanno in campo insieme alle associazioni di Baskin, che durante l’intervallo faranno una breve dimostrazione per promuovere e far conoscere questo sport a tutti i nostri tifosi. Inoltre, sui videowall del palazzetto verrà trasmesso lo spot realizzato con la squadra per promuovere l’iniziativa e attiveremo una campagna sui canali social, veicoleremo il messaggio anche durante la diretta tv nazionale di venerdì».

«La società civile non ha bisogno di integrare, ma di includere – ha dichiarato Alessandro Ramagli, allenatore della Scaligera Basket – Due concetti molto diversi. Non basta inserire in un contesto sociale persone con disabilità, ma bisogna valorizzarne le qualità. È il caso del Baskin – che significa proprio “basket inclusivo” – che riesce a mettere insieme persone normodotate e con disabilità. Ecco, questo è un bellissimo esempio di ciò che lo sport può fare per la nostra società».

In chiusura, il capitano Lorenzo Penna ha condiviso la propria esperienza in tema di sport e inclusione: «Ogni anno a Bologna si tiene un torneo organizzato dall’Associazione “La Ricotta”, di cui mio fratello fa parte, con gare di basket in carrozzina. In quelle occasioni ho potuto vedere la forza d’animo e di volontà di questi ragazzi, che attraverso lo sport possono vivere dei momenti di serenità e leggerezza, tutti insieme e con il sorriso, che è la cosa più importante».