La Tezenis sbanca San Severo

La Tezenis Verona ritrova subito la vittoria. Dopo lo stop di Montichiari, i gialloblù di coach Dalmonte tornano dalla trasferta di San Severo con un successo con una grandissima prova corale in piena emergenza. In Puglia, infatti, i gialloblù sono arrivati senza Hasbrouck e Love rimasti a Verona mentre Severini è stato recuperato in extremis.

La Tezenis chiude il match con 6 giocatori in doppia cifra: Candussi, Poletti, Rosselli, Tomassini, Udom e Severini. Dopo un primo tempo equilibrato, Verona spacca la partita nel terzo quarto quando trova 10 punti di vantaggio, andando all’ultimo riposo con un vantaggio importante, ampliato nelle prime azioni dell’ultimo quarto.

Dalmonte mescola le carte nel quintetto iniziale inserendo Tomassini ed il giovanissimo Guglielmi, assieme a Severini, Udom e Candussi.

Inizio di match molto equilibrato. Maspero, ex dell’incontro assieme a Spanghero, mette i primi 5 punti della squadra di casa che riesce così a tenere il ritmo di Verona che si affida a Tomassini e Udom (9-7).

La gara mantiene un ritmo alto, Udom impatta di nuovo il punteggio (9-9). La gara si innervosisce e le percentuali in attacco si abbassano. Le due palle perse di Verona spianano la strada alla squadra di casa che però non ne approfitta. Ci pensa Tomassini a riportare avanti i gialloblù (15-16) poi c’è tempo anche per la penetrazione di Rosselli che chiude il primo quarto (15-18).

Contro break di San Severo in apertura di secondo quarto. Nei primi cinque minuti l’Allianz San Severo e la Tezenis Verona si danno battaglia con i padroni di casa avanti di uno. Dalmonte richiama in panchina Prandin per Tomassini e proprio dalla palla rubata del play nasce la transizione che porta al canestro di Candussi (25-28); Antelli tiene agganciata San Severo (29-30) e prima dell’intervallo l’equilibrio non cambia: si chiude sul 31-32.

Grande ritmo ad inizio ad inizio del secondo tempo. Verona scappa sul è+5: i gialloblù approfittano dell’errore di Maspero e prima con Severini e e poi con Candussi allungano sul 34-39. San Severo si aggrappa a Spanghero (2 triple consecutive) ma Guglielmi buca la retina dalla lunga distanza e la Tezenis torna sul +4 (40-44). Il tiro di Mortellaro si ferma sul ferro, ben contenuto da Candussi, e nell’altra metà campo Udom costruisce un possesso da tre punti. La Tezenis vola sul +7, massimo vantaggio della partita (40-47). Il vantaggio veronese va in doppia cifra a due minuti e mezzo dall’ultimo riposo (45-55). Con lo stesso distacco si va all’ultimo riposo: 51-61.

Poletti e Rosselli confermano il vantaggio in apertura di ultimo quarto (51-65); Verona conferma il proprio gioco ed allunga ancora. A metà parziale il punteggio è di 57-74 con i gialloblù che entrano in controllo negli ultimi minuti. San Severo ci prova fino alla fine, a -95 secondi dalla fine rientra fino al -9 ed in contropiede, Demps commette sfondamento ai danni di Tomassini. Verona mantiene la lucidità nell’ultimo giro di lancette, la vittoria arriva sul 73-83.