Mondiali ciclismo Roubaix: chiusura ‘col botto’ con i veronesi Scartezzini e Viviani

L’Italciclismo chiude con i fuochi d’artificio il Mondiale su pista disputato nel velodromo di Roubaix. Un oro e un argento da applausi per mettere il sigillo su una spedizione da record: 10 podi (con 4 ori, 3 argenti e 3 bronzi) e terzo posto nel medagliere finale dietro Germania e Olanda. La giornata si era aperta con il fantastico argento conquistato nella Madison ‘olimpica’ da Simone Consonni e Michele Scartezzini. La coppia tricolore ha chiuso con 64 punti, preceduta soltanto dalla Danimarca di Hansen-Morkov, che ha chiuso con 68 punti. Belgio di bronzo con 62 punti. Un risultato importante, anche in ottica Parigi 2024.

A mettere la firma sulla missione in doppia cifra Elia Viviani, portabandiera e bronzo olimpico a Tokyo nell’Omnium, ancora bronzo ieri sempre nell’Omnium, e oggi splendido oro nella gara a eliminazione, dopo aver superato il portoghese Leitao all’ultimo respiro. Bronzo per il russo Sergey Rostovtsev. Primo titolo iridato di sempre per il campione azzurro.

(Foto sport.sky.it)