Nasce GenitorinRete: l’educazione digitale per genitori

L’avvento di internet, ma soprattutto di social e app, ci ha proiettati in un mondo iper-connesso. Un mondo ricco di opportunità, ma anche di pericoli.

  • “A che età posso dare il cellulare a mia figlia?”
  • “È giusto pubblicare le foto dei bambini sui social?”
  • “Sono responsabile di ciò che fa mio figlio in rete?”
  • “Come posso difendere i miei figli dal cyberbullismo?”

Queste sono alcune delle domande che si pongono i genitori dei cosiddetti nativi digitali, cioè la generazione nata nell’era di internet. Social network, chat, app e videogiochi sono un mondo che noi genitori fatichiamo a comprendere, ma è l’habitat naturale dei nostri figli. La rete non perdona, un solo piccolo errore può rovinare una vita. Ma chi si occupa di educare i genitori alle nuove tecnologie?
Un gruppo di genitori volontari che si sono messi in gioco, formandosi e ottenendo la prima e unica certificazione italiana come genitori digitali.
La community web GenitorinRete ha scelto di dedicarsi al proprio territorio occupandosi di educazione digitale per genitori, nonni, zii, insegnanti ed educatori.

I fondatori sono:
– Paloma Donadi, esperta di comunicazione digitale
– Michele Dal Bo, psicologo psicoterapeuta
– Sergio Albertini, blogger
– Irene Zardini, docente.

Sportdipiù Magazine li ha incontrati: ecco cosa ci hanno raccontato

Come è nata l’idea di questo bellissimo progetto sociale?
Ci siamo resi conto che i nostri figli vivono letteralmente dentro i loro smartphone e molti genitori non si rendono conto che questo strumento non è un semplice telefono, ma una vera porta spalancata sul mondo. Una porta da cui possono uscire ed entrare persone amiche, ma anche persone pericolose.

Quali sono i pericoli che derivano dal web?
Sempre più spesso le cronache riportano notizie di pedofilia, adescamento online, cyberbullismo, sexting (cyberbullismo sessuale), crisi di sonno, dipendenze, suicidi di adolescenti, autolesionismo, sfide estreme, aggressività, depressione e molto altro.
Queste situazioni potrebbero essere evitate, basterebbe un po’ più di consapevolezza da parte di genitori ed educatori.

Cosa fate nello specifico?
Proponiamo serate informative in scuole, oratori, circoli sportivi, comuni o associazioni.

Quali argomenti trattate nelle vostre serate?
Come evitare i pericoli della rete, sia per adulti che per minori. Come individuare e prevenire i fenomeni di bullismo e cyberbullismo. Vediamo gli aspetti legali riguardanti la privacy, l’uso della rete e cosa prevede la nuova legge 71/2017. Le nostre serate non sono solo conferenze, ma c’è spazio per il dialogo e le domande dei partecipanti.

E che cosa c’entra l’educazione digitale con lo sport?
Fin dalla preadolescenza assistiamo alla fuga dei ragazzi dagli sport, dovuto anche al fatto che i giovani passano molto più tempo sugli schermi digitali. L’allarme è stato lanciato dall’OMS e recentemente anche dal Coni.

Dove possiamo trovarvi?
Questa rubrica conterrà gli articoli di approfondimento sull’educazione digitale. Inoltre ringraziamo SportDI+ che ha creduto nel progetto a tal punto da farlo diventare una rubrica fissa. Quindi, in ogni edizione della rivista tratteremo un diverso argomento di educazione digitale.

Rimani in contatto con noi, iscriviti al gruppo Facebook GenitorinRete Verona (bit.ly/GenitorinReteVR). Oppure, contattaci su genitorinretevr@gmail.com