Rana Verona Volley che impresa: vittoria 3-0 al PalaPanini di Modena

Bella e concreta. Rana Verona brilla al PalaPanini e si prende una vittoria da applausi che permette di staccare la Valsa Group Modena e di agganciare Monza al sesto posto a quota 20 punti. I ragazzi di Coach Stoytchev dimostrano continuità in tutti i fondamentali nell’arco dell’intera gara, chiusa in tre set, e allungano la striscia positiva in SuperLega con il quinto risultato utile di fila. Nella storia della pallavolo scaligera, il successo nella città emiliana mancava dal 2019. Nel complesso Verona ha chiuso con il 58% di positività in attacco e il 55% in ricezione, con Amin che si è preso il premio di MVP grazie a una prova condita da 18 punti e 1 ace. Numeri importanti anche per Dzavoronok, anche lui in doppia cifra con 10 palloni messi a terra, stesso bottino di capitan Mozic, capace di stampare anche 3 muri punto. Il prossimo appuntamento è fissato per domenica prossima sul campo dell’Itas Trentino per il terzo derby dell’Adige della stagione.

Nello schieramento iniziale, Coach Stoytchev si affida alle mani di Spirito al palleggio, con Amin a completare la diagonale e la coppia Mozic-Dzavoronok in banda. Al centro spazio a Mosca e Zingel, mentre il libero è D’Amico.

Il primo punto è a favore dei padroni di casa con l’attacco out di Amin. La risposta di Verona arriva con la diagonale vincente di Dzavoronok (2-1). Con il muro di Brehme, gli emiliani si portano sul 5 a 3, ma la squadra ospite aggancia il pari con l’errore di Davyskiba (6-6). Amin gioca bene con le mani avversarie, prima di concretizzare lo spunto in posto due di Spirito (8-9). Il numero 10 spara a terra altri due palloni che valgono il primo break (8-12). Dzavoronok, poi, si mette in proprio dai nove metri per l’11-14. Modena torna sotto con il muro di Davyskiba e l’ace di Juantorena, ma gli scaligeri tengono una palla quasi impossibile, che Dzavoronok trasforma in punto (15-18). Il vantaggio si incrementa con il monster block di Spirito, capace di timbrare anche l’ace del 17-23. Con la serie in battuta di Sapozhkov, i canarini recuperano terreno, ma gli ospiti chiudono il parziale (21-25).

Al rientro sul taraflex del PalaPanini, Dzavoronok gioca d’astuzia sia in attacco che al servizio, prima delle due diagonali di Amin, che valgono il 3-5. Verona mantiene il distacco e lo incrementa grazie al monster block stampato da Dzavoronok (6-9). Dopo una ricezione di Spirito a segno, D’Amico tiene una palla con il petto, Verona spinge, trova il muro di Mozic e una pipe da applausi di Dzavoronok, con il punteggio che va sull’8-15. Le lunghezze di vantaggio diventano otto quando Mozic piega le mani della difesa emiliana con un grande attacco, seguito dal muro incredibile di Zingel, che lancia ancora di più i suoi (10-20). Modena prova a rientrare in carreggiata con l’ex Sapozhkov e il primo tempo di Stankovic (14-21). L’errore di Davyskiba dai nove metri vale il set point, con il neoentrato Sani che mette il sigillo sulla frazione (18-25).

Davyskiba apre i giochi con un ace nel terzo parziale. Mosca sfrutta al meglio il suggerimento di Spirito, poi D’Amico è ancora una volta un fulmine in difesa, con Amin che chiude da posto due uno scambio prolungato (2-3). Sottorete Mosca impedisce due volte agli avversari di passare a muro, mandando Verona sul 5-7. Sapozhkov riduce il gap dai nove metri, ma Mozic alza la voce a muro, trovando due monster block consecutivi. Amin è infermabile anche dai nove metri, dove sfodera tutta la sua potenza per il 6-14. L’opposto iraniano è letale anche in attacco, ma capitan Mozic non è da meno e da posto quattro mette a terra il punto di 11-20. Verona scava il solco e incanala la gara nella direzione più favorevole, con Mozic che mette la firma sul punto finale (13-25).  

Valsa Group Modena – Rana Verona 0–3 (21-25; 18-25; 13-25)
Valsa Group Modena: Bruno 2, Sapozhkov 17, Rinaldi 3, Davyskiba 9, Brehme 2, Sanguinetti 1, Federici (L), Boninfante, Pinali G., Juantorena 3, Pinali R., Stankovic 4, Sighinolfi, Gollini (L). All. Petrella
Rana Verona: Spirito 2, Amin 18, Mozic 10, Dzavoronok 10, Mosca 5, Zingel 4, D’Amico, Jovovic, Keita, Sani 1, Cortesia, Zanotti, Bonisoli (L). All. Stoytchev
Arbitri: Lot (1°), Cesare (2°), Santoro (3°)
Addetto Video Check: Bosio
Durata set: 27’; 25’; 24’; totale: 1h 16’
Attacco: Valsa Group Modena 42%; Rana Verona 58%
Muri: Valsa Group Modena 5; Rana Verona 9
Ace: Valsa Group Modena 4; Rana Verona 4
MVP: Amin Esmaeilnezhad
Spettatori: 3856