Rimettersi in forma dopo le feste

Durante le feste natalizie, e quest’anno ancor più degli anni precedenti, si sa, è stato impossibile resistere alle tante golosità dolci e salate presenti sulle nostre tavole. Pranzo dopo pranzo, cena dopo cena e panettone dopo panettone, la prova del peso sulla bilancia non sarà stata superata dalla maggior parte di noi. E adesso ci ritroviamo con qualche kg in più terrorizzati dall’idea di non riuscire più a rimediare. Ecco qualche consiglio utile per ritrovare la propria forma fisica e per riprendere al meglio l’attività sportiva (sempre nei limiti consentiti…):

  • Evitare di digiunare o saltare più pasti durante la giornata perché a lungo andare questa tendenza comporta un rallentamento del metabolismo e una perdita di massa magra che può compromettere le prestazioni sportive oltre che predisporre ad un maggior rischio di infortuni.
  • Mangiare poco e spesso per evitare di arrivare troppo affamati ai pasti principali e per avere più energia durante gli allenamenti.
  • Limitare il consumo di formaggi, carne rossa e trasformata preferendo pesce, uova e legumi.
  • Preferire i cereali integrali a quelli raffinati, contengono più fibra e garantiscono una migliore distribuzione degli zuccheri in fase digestiva
  • Bere di più: consumare tè, tisane (senza zucchero) e acqua durante la giornata e durante gli allenamenti, specie se molto prolungati
  • Non ostinarsi a voler consumare tutto quello che è avanzato dopo le feste: sfruttiamo il congelatore per conservare gli avanzi !
  • Consumare verdura ad ogni pasto per aumentare il senso di sazietà e rallentare l’assorbimento di grassi e zuccheri
  • Ridurre i carboidrati ma senza toglierli completamente: cercare di distribuirli in modo uniforme nell’arco della giornata destinandone una parte ai pasti che seguono gli allenamenti per migliorare la fase di recupero.

Un altro aspetto importante per chi effettua sessioni di allenamento molto intense e prolungate, è quello delle merende pre allenamento e dell’integrazione idrosalina, spesso trascurata, soprattutto nella stagione invernale.