Scaligera Basket cala il poker: Roseto ko e primato confermato

La Tezenis Verona centra la quarta vittoria consecutiva. All’AGSM Forum cade anche Roseto, 82-62 il risultato finale, con i gialloblù di coach Dalmonte che negli ultimi minuti del terzo quarto e nell’ultimo periodo hanno allungato in maniera decisa mettendo fine all’equilibrio dei primi 25 minuti.
Dopo una settimana tribolata per i problemi a Love, Poletti ed Udom, la Tezenis trova il sorriso. Hasbrouck è il top scorer con 24 punti, per Udom invece la doppia doppia con 17 punti e 15 rimbalzi.
E’ subito un avvio aggressivo quello di Roseto, soprattutto sotto canestro. Se da una parte la Tezenis si affida ad Udom, dall’altra Canka e Bayehe tengono in parità la formazione ospite (5-5). A metà del primo quarto la gara risulta in equilibrio (7-7) con le difese a comandare in campo.
Il primo vantaggio gialloblù lo firma Candussi, dalla lunetta ma la tripla di Canka rimette avanti gli abruzzesi che con Lattin si portano sul +5 (10-15). Roseto non sfrutta il possesso che potrebbe dare ancora più margine e la Tezenis ne approfitta, invertendo il trend ed accorciando sul 14-15 con Rosselli che strappa applausi ai 3781 dell’AGSM Forum. L’ultimo sussulto del quarto è ancora di Verona, si chiude sul 17-15.
La musica non cambia nel secondo quarto. Roseto mette in mostra tutta la propria fisicità, ma già nei primi minuti del secondo quarto, Lattin e Bayehe sono gravati da tre falli. Rupil si costruisce il break che induce Dalmonte al time out sul 27-32.
Al rientro in campo, la Tezenis passa alla difesa a uomo e con Candussi e Roselli torna sotto sul 31-32. Il sorpasso porta la firma di Poletti, poi Hasbrouck e Menalo si sfidano dalla lunga distanza e l’1vs1 del croato, regala l’assist a Lattin che da sotto deposita il 35-37. L’ultimo possesso del quarto è della Tezenis che si chiude con i due liberi di Poletti per il 37 pari.
Roseto prova a scappare nei primi minuti della ripresa. Arriva fino al 39-43 e la palla persa di Udom regala ai ragazzi di D’Arcangeli un nuovo possesso che però, non viene sfruttato. La tripla di Hasbrouck (42-43) riavvicina momentaneamente le due squadre, poi Menalo va a schiacciare il massimo vantaggio (44-49). Dalmonte rimanda in campo Candussi ed è proprio il centro a propiziare il break gialloblù con 5 punti ed un rimbalzo d’oro (49-50). La Tezenis cambia marcia, Hasbrouck piazza la tripla del sorpasso (52-50) e Candussi fa 2/2 dalla lunetta dopo l’infrazione di campo di Roseto. All’ultimo riposo il punteggio è di 61-54.
L’inizio dell’ultima frazione porta la firma di Prandin ed Udom (65-54). Verona vola in progressione. Il parziale di 11 a 2 dei primi 5 minuti del quarto, certificano il vantaggio scaligero; Udom ed Hasbrouck mettono i punti del +21 (77-56). La Tezenis porta a termine il match senza sbavature, si chiude sull’82-62.

Tezenis Verona – Sapori Veri Roseto 82-62 (17-15, 20-22, 24-17, 21-8)
Tezenis Verona: Kenny Hasbrouck 24 (3/4, 6/11), Mattia Udom 17 (4/5, 1/3), Francesco Candussi 11 (2/4, 1/2), Mitchell Poletti 10 (2/8, 0/3), Guido Rosselli 9 (3/5, 0/0), Giovanni Severini 5 (1/1, 1/2), Roberto Prandin 4 (2/3, 0/0), Jermaine Love 2 (0/4, 0/1), Giovanni Tomassini 0 (0/0, 0/4), Alessandro Morgillo 0 (0/1, 0/0), Davide Guglielmi 0 (0/0, 0/1), Leonardo Beghini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 21 / 28 – Rimbalzi: 40 10 + 30 (Mattia Udom 15) – Assist: 22 (Guido Rosselli 5)
Sapori Veri Roseto: Jordan Bayehe 10 (3/3, 0/2), Khadeem Lattin 10 (4/5, 0/0), Nicola Giordano 10 (2/8, 0/1), Abramo Canka 9 (3/7, 1/3), Marco Rupil 8 (1/2, 2/4), Leo Menalo 7 (2/4, 1/5), Lazar Nikolic 3 (1/1, 0/9), Leonardo Ciribeni 2 (1/1, 0/2), Dut Mabor 2 (1/1, 0/1), Aristide Mouaha 1 (0/0, 0/1), Simone Pierich 0 (0/0, 0/0), Pierfrancesco Oliva 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 21 – Rimbalzi: 36 9 + 27 (Khadeem Lattin 10) – Assist: 9 (Leo Menalo 4)