Scaligera Basket inizia con una vittoria netta la serie con Treviglio

La Tezenis Verona vince Gara 1 dei quarti di finale contro Treviglio. Sul campo della Remer, i gialloblù di coach Dalmonte sfoderano una prova maiuscola guidando nel punteggio dal primo all’ultimo quarto. Già gli 8 punti di vantaggio dopo i primi 10 minuti, hanno dato a Verona il là per proseguire in una gara sbilanciata sul tiro da tre punti (40 tentativi totali), ma proprio dall’arco i gialloblù hanno costruito tanto del successo nel primo match.
Ora testa al secondo appuntamento in programma martedì quando, alle 21.00, sempre al PalaFacchetti, si giocherà Gara 2.
E’ una Tezenis subito protagonista dopo la palla a due. Le due triple di Severini e quella di Candussi si inseriscono perfettamente in altrettante azioni difensive con i gialloblù che scappano subito 5-9.
La prima tripla della Remer, firmata da Reati (10-11) è l’anticamera al gioco da tre punti di Poletti. L’errore di Nikolic, con il rimbalzo di Candussi e la palla rubata di Severini, consentono alla Tezenis di spaccare il quarto: ci pensa ancora Severini, due volte dalla lunga distanza, a portare il punteggio sul 12-22. Treviglio prova a rientrare, Ferguson gela sulla sirena il PalaFacchetti, al risposo si va sul punteggio di 19-27.
In apertura di secondo quarto, Ferguson ne mette altre due dall’arco ma è tutta la Tezenis a continuare a martellare: il 10/18 a metà del secondo quarto consente ai gialloblà di allungare ancora sul 24-39 con i gialloblù dominanti anche a rimbalzo (9-15).
Treviglio alza la pressione in difesa, Verona abbassa le proprie medie ma la doppia cifra di vantaggio non viene minata. All’ultimo giro di lancette, Nikolic fa 1/2 dalla lunetta e porta il punteggio sul 35-46. L’ultimo squillo, prima della sirena, è di Vujacic. Al riposo lungo si va sul 35-49.
E’ un inizio di secondo tempo equilibrato che solamente i 4 liberi consecutivi di Treviglio (due per il fallo su Caroti e altrettanti per il tecnico alla panchina gialloblù) portano il punteggio sul 44-56. Caroti prova a prendere per mano i suoi e la tripla anima il PalaFacchetti; la Tezenis si dimostra azione dopo azione solida e quadrata mostrando i muscoli nelle giuste occasioni, come quando, Candussi, si fa spazio da sotto mette dentro il 49-62 o come quando, l’azione successiva, Udom respinge il tentativo di attacco di Nikolic. All’ultimo riposo il punteggio è di 51-65.
Il break di 8-0 di Treviglio dà le ultime speranze alla squadra di casa con coach Dalmonte, a 5 minuti dalla fine (61-73), costretto al time out. Al rientro in campo la tripla di Palumbo (64-73) avvicina ancora di più le due squadre ma Verona la chiude con due canestri consecutivi di Udom: il primo da tre punti, il secondo andando a recuperare un rimbalzo offensivo sulla tripla errata di Poletti (73-85). Si chiude sul 77-85.

Remer Blu Basket Treviglio – Tezenis Verona 77-85 (19-27, 16-22, 16-16, 26-20)
Remer Blu Basket Treviglio: Chris Roberts 21 (3/4, 5/10), Lorenzo Caroti 14 (1/3, 2/10), Jacopo Borra 13 (6/11, 0/1), Davide Reati 9 (1/3, 1/4), Mitja Nikolic 8 (2/3, 1/6), Ursulo D’almeida 7 (2/3, 0/1), Mattia Palumbo 5 (1/3, 1/2), Edoardo Tiberti 0 (0/0, 0/0), Andrea Pecchia 0 (0/0, 0/0), Luca Manenti 0 (0/0, 0/0), Matteo Belotti 0 (0/0, 0/0), Andrea Siciliano 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 19 – Rimbalzi: 35 10 + 25 (Jacopo Borra 10) – Assist: 24 (Lorenzo Caroti 7)
Tezenis Verona: Giovanni Severini 16 (2/3, 4/9), Mattia Udom 16 (3/7, 2/7), Francesco Candussi 13 (3/3, 2/7), Mitchell Poletti 13 (3/4, 2/3), Andrea Amato 12 (3/3, 2/4), Jazzmarr Ferguson 9 (0/0, 3/5), Aleksander Vujacic 3 (0/2, 1/4), Iris Ikangi 3 (0/0, 1/1), Omar Dieng 0 (0/0, 0/0), Francesco Oboe 0 (0/0, 0/0), Andrea Quarisa 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 6 / 11 – Rimbalzi: 32 5 + 27 (Francesco Candussi 7) – Assist: 18 (Andrea Amato 5)