Settimo sigillo consecutivo per Drain by Ecodem Alpo

La Drain by Ecodem Alpo infila la settima vittoria consecutiva e raggiunge al quarto posto in classifica Castelnuovo Scrivia (che però ha una gara in meno). Nel recupero della decima di ritorno le biancoblù hanno avuto la meglio sul Sanga Milano (60-56) e hanno consolidato la quinta posizione nei confronti delle milanesi con cui vantano ora un +4 (che in pratica è un +6 considerato il doppio confronto).

Primo quarto equilibrato, in una gara che fatica a decollare: vantaggio iniziale del Sanga (2-5), l’Alpo risponde con un 7-0 frutto della tripla di Mancinelli e di 4 punti consecutivi di Conte (9-5). Le veronesi mantengono il vantaggio sino a fine tempo con Vitari che firma il +6 (15-9) cui però rispondono Meroni dalla lunetta e l’ex Toffali in entrata mancina (15-13 a fine quarto). Nel secondo periodo le ospiti impattano sul 17-17 e sul 19-19, poi Drain by Ecodem prova a scappare con De Marchi (23-19) e Conte (25-20) ma Beretta non ci sta e riduce il ritardo con la tripla del 25-23. La solita Conte da sotto e due canestri in fila di Reani sanciscono il massimo vantaggio interno (31-23), le ospiti si tengono a galla con Guarneri e Novati (32-27) e l’ultimo canestro prima dell’intervallo è dell’MVP Mancinelli (19 di valutazione per lei alla fine): 34-27 a metà gara.

Il terzo quarto inizia male per le padrone di casa: 0-7 milanese e perfetta parità dopo la tripla di Beretta (34-34). Coach Pinotti da qui in avanti difenderà sempre con una fastidiosa zona, “bucata” soltanto dalla tripla di Mancinelli (37-34). La contesa scende di tono, tanti errori da una parte e dall’altra e Il Ponte Casa d’Aste mette il naso avanti sul 39-40. Qui le biancoblù si scuotono e rispondono con un break di 8-0 firmato quasi tutto da Dell’Olio (47-40). Anche Nicola Soave per qualche azione difende a zona, Cicic si sveglia di colpo e ne mette 5 consecutivi (47-45) prima dei liberi di Mancinelli che chiudono questa frazione (49-45).

Nel quarto periodo il punteggio si abbassa ancora (11-11 il parziale dell’intero quarto), Drain by Ecodem si intestardisce a tirare da tre (0/9 nella frazione conclusiva) e Milano ne approfitta per operare il sorpasso con Toffali (53-54). Vitari risponde con un’azione da tre punti (56-54), ancora Toffali pareggia (56-56) ma Meroni esce per 5 falli. Negli ultimi due minuti e mezzo non si vedono più canestri dal campo, Conte si guadagna due liberi che realizza (58-56) mentre in difesa le biancoblù costruiscono un vero muro/saracinesca che costringe le lombarde a perdere ben 24 palloni stasera. A 16 secondi dalla fine, sul +2, Mancinelli anziché tenere palla, nel tentativo di andare a canestro commette infrazione di passi e “regala” al Sanga la rimessa che potrebbe valere il pareggio o il sorpasso. Dopo il time out, Il Ponte Casa d’Aste fa scorrere il cronometro sino a 3 secondi dal gong quando Cicic fallisce la tripla della vittoria: fallo su Conte che la chiude dalla linea della carità (60-56).