Tezenis ancora ko, coach Diana ai saluti

molto probabilmente, salutano coach Diana che domani mattina potrebbe essere sollevato dall’incarico. Gli ospiti hanno sempre condotto nel punteggio dal sesto minuto in avanti, arrivando anche sul +20 nel quarto periodo (58-78 e 61-81), e non hanno neanche quasi avuto bisogno dell’apporto del fromboliere Frazier che ha giocato soltanto 11 minuti per problemi di falli. Mvp della serata Jacopo Borra (22 punti, 13 rimbalzi e 35 di valutazione), seguito dall’ex Reati (19 punti), mentre per Verona l’altro ex della serata Caroti ha chiuso con 0/5 dal campo e -6 di valutazione. Pure gli americani della Tezenis, che ha ritrovato Rosselli, per l’ennesima volta non hanno convinto (nessuno dei due è arrivato alla doppia cifra), il solo Severini ha fornito una prestazione accettabile (16 punti e 23 di valutazione).

Primo quarto a punteggio altissimo e con tanto uso del tiro da tre: Verona inizia con 3/4 da oltre l’arco (tre triple di Severini) e dopo nemmeno 6 minuti di gioco il punteggio è 18-18. Pepe infila la sua terza tripla su altrettanti tentativi (18-23) che dà il via ad un mini-break ospite (23-30), l’ultimo canestro del quarto è del solito Severini (25-30) con Treviglio che arriva a fine tempo con un ottimo 6/9 da tre. Nel secondo quarto il gioco è più spezzettato: ancora Pepe trova la tripla del +8 (25-33), vantaggio che i bergamaschi mantengono sino al quarto minuto (29-37). La Tezenis reagisce e si riavvicina sino al -2 con il libero di Jones (36-38) ma il finale del tempo è tutto della BCC che infila un parziale di 2-10 e arriva all’intervallo lungo in doppia cifra di vantaggio (38-48).

Nel terzo quarto Treviglio scappa via dopo i primi tre minuti di sostanziale equilibrio (44-52): Borra ne mette 4 consecutivi e la BluBasket vola sul +14 (44-58). Verona ha l’ultimo sussulto e ritorna sotto con 5 punti di fila di Tomassini e il cesto di Candussi (51-60) ma Nikolic e Bogliardi non ci stanno e “ripristinano” il +14 (51-65). La frazione conclusiva si apre sul 53-65, la Tezenis è sulle gambe, coach Diana si becca pure un fallo tecnico (il secondo fischiato alla panchina veronese) e Borra può così infilare i liberi del 54-70. La gara non ha più nulla da dire, come già detto gli ospiti raggiungono due volte il “ventello” di vantaggio e possono così festeggiare il terzo successo consecutivo in trasferta del proprio campionato.