Tutti in campo ricordando Chiara

Una targa per ricordare a tutti, negli anni, una giovane ragazza e la sua triste storia. In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne celebratasi sabato 25 novembre, nel comune di Palazzolo, in provincia di Verona, è stato intitolato il palazzetto dello sport a Chiara Ugolini, ventisettenne che, il 5 settembre 2021, è stata uccisa da un mostro vicino di casa.

Alla cerimonia erano presenti, tra gli altri, il sindaco di Sona Gianfranco Dalla Valentina, la vicesindaca Monia Cimichella e l’assessore allo sport Orietta Vicentini, il parroco di Palazzolo don Angelo Bellesini e il Presidente della FIPAV Verona Stefano Bianchini che permesso che il campo da gioco utilizzato in occasione della partita degli Europei di pallavolo femminile giocatasi in Arena il 15 agosto scorso, venisse donato e installato dalla FIPAV proprio nel palazzetto dedicato a Chiara.

“La targa servirà per far conoscere la storia di Chiara” – spiega il sindaco Dalla Valentina – “e la sua passione per lo sport, ma anche per fare in modo che tutti coloro che la leggeranno imparino a combattere il triste fenomeno della violenza sulle donne”.
Toccanti anche le parole della presidente del Volley Palazzolo Barbara Bonfichi: “Chiara era una brava ragazza ma soprattutto era un’amica. Sarà un onore e una grande emozione ricordarla ogni volta che si entrerà nel palazzetto. Con le amiche di Chiara verrà creato il progetto Formazione Chiara, volto alla sensibilizzazione sul tema del contrasto alla violenza di genere nei Comuni e nelle scuole”. E così, chiunque entrerà nel palazzetto Ugolini di Palazzolo, contrasterà – con la sua presenza e con la sua testimonianza – la violenza di genere. In ricordo di Chiara