Un Verona perfetto asfalta un Benevento in grossa difficoltà

Un Verona pressochè perfetto vince nettamente la sfida del Vigorito contro un Benevento in caduta libera. I gialloblu hanno dominato la gara sin dai primi minuti ipotecando la vittoria già al termine del primo tempo.

Queste le dichiarazioni di Mister Juric: “Che partita è stata? Abbiamo fatto una gara quasi perfetta sotto ogni aspetto. Forse avremmo potuto fare anche qualche gol in più, viste le tante occasioni, ma i ragazzi hanno dato tutto e lo hanno fatto fino alla fine. Abbiamo giocato veramente una bella partita. Se il gol di Lasagna può essere importante per il suo e il nostro morale? Kevin è un ottimo giocatore e un ragazzo splendido, che si allena bene, e sicuramente trovare il gol è importante per lui come per tutti gli attaccanti. Se ci sono margini per poter ambire a posizioni ancora più alte di classifica? Io guardo sempre verso il basso, ma anche verso l’alto. Vogliamo affrontare le partite con il giusto spirito per provare a fare qualcosa di speciale”.

Lasagna ha commentato così la vittoria contro il Benevento: “Se sono soddisfatto per il primo gol con il Verona? L’ho cercato tanto e sono contento perché è arrivato insieme ad un’ottima prestazione di squadra. Oggi volevamo tornare a vincere dopo la buona gara contro la Juventus e siamo felici di aver ottenuto un risultato così importante. La filosofia di gioco del mister? Il suo calcio si basa sul pressing e sull’intensità e noi cerchiamo di mettere in campo i suoi dettami per tutta la durata della partita. Personalmente mi sto trovando molto bene all’interno di questo sistema di gioco. Le parole del mister sulla somiglianza tra me e Milito? È un onore per me essere paragonato ad un campione di questo calibro. Io devo ancora lavorare tanto perché so che posso migliorare. Come affronteremo le prossime partite? Noi scendiamo in campo sempre per provare a vincere. È questo il nostro obiettivo“.

BENEVENTO-HELLAS VERONA 0-3
Marcatori: 25′ pt Faraoni (0-1), 34′ pt aut. Foulon (0-2), 5′ st Lasagna (0-3)
BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; Depaoli (dal 1′ st Improta), Glik, Caldirola, Letizia (dall’11’ st Foulon) (dal 1′ st Tuia); Hetemaj, Schiattarella, Ionita; Insigne (dal 10′ st Viola), Sau; Lapadula (dal 31′ st Gaich)
A disposizione: Manfredini, Lucatelli, Tello, Dabo, Caprari, Di Serio, Moncini
All.: Filippo Inzaghi
HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Magnani (dal 38′ st Dawidowicz), Günter, Ceccherini (dal 34′ st Lovato); Faraoni, Tameze (dal 20′ st Sturaro), Veloso, Lazović; Barák, Zaccagni (dal 34′ st Bessa); Lasagna (dal 38′ st Favilli)
A disposizione: Berardi, Pandur, Dimarco, Salcedo, Ilić, Udogie Çetin
All.: Ivan Juric
Arbitro: Giovanni Ayroldi (Sez. AIA Molfetta)
Assistenti: Ciro Carbone (Sez. AIA Napoli), Davide Moro (Sez. AIA Schio)
Ammonito: Sturaro

Foto: hellasverona.it