Valentina Boni dice stop e saluta il calcio giocato

La notizia circolava da qualche settimana ma fino all’ultimo si è sperato fosse una semplice fake news di fine campionato. Alla fine ogni dubbio è stato spazzato via proprio dalle sue parole (vedi l’intervista rilasciata in esclusiva a SportdiPiù Magazine): domenica 22 maggio allo stadio Olivieri di Via Sogare a Verona Valentina Boni giocherà la sua ultima partita.

Dopo una carriera ad altissimo livello, il miglior talento calcistico femminile degli ultimi vent’anni, ha deciso di appendere le scarpe al chiodo.

Numero 10 a tutti gli effetti, Valentina Boni ha giocato (contando quella di domenica) 504 partite – la maggior parte in serie A – con le maglie di Bardolino, Lazio, Brescia, Valpolicella, Chievo Valpo e Chievo Femminile Women. I gol fatti (ad oggi) sono 216, uno score che la consacra tra i centrocampisti offensivi più prolifici.

Tra il 2001 e il 2021 indossa per 61 volte la maglia della Nazionale Azzurra segnando 11 reti.

Queste le sue parole di congedo pubblicate sul sito del Chievo Verona Women:

Scacco al re,
la partita è finita…
L’ultima mossa e la scacchiera si svuo
ta.
Quanti anni a rincorrerti, Amore mio. Quanti anni a portarti ovunque con me, a stringerti forte sotto le coperte o a lanciarti in alto dopo un gol.
Grazie di avermi resa la persona che sono oggi e grazie di avermi fatta rimanere una bambina innamorata persa di te ogni volta che abbiamo giocato insieme.
Quando toglierò per l’ultima volta le mie scarpette rigorosamente nere e questo bellissimo viaggio finirà, il mio desiderio più grande è che tu possa continuare a trovare bambine e bambini, donne, uomini e chiunque nel mondo, che avranno voglia di farti divertire, divertirsi e di far divertire senza perdere la purezza che c’è in te.
Sì, il mio saluto è dedicato al pallone o chiamandola al femminile, alla palla.
Perché lui, lei, è l’essenza di questo meraviglioso gioco che è il calcio. È ciò che per moltissimo tempo ha dato un senso alla mia vita, è ciò che mi ha insegnato il significato di alcune parole, che prendo in prestito da Baggio.
Passione, Gioia, Sacrificio, Coraggio, Umiltà.
É ciò che mi ha fatto conoscere, accettare e rispettare me stessa e tutte le persone che ho incontrato.
É frammento, istante, attimo di ogni mio sorriso.
E lo sarà sempre
.